Home | Lingua: IT | EN

Lettera alla casa

Lettera alla nostra dolce casa

Sebbene le dolci colline iniziassero ad ingiallire per l' arrivo improvviso dell' autunno, quel giorno sembravano farci l' occhiolino, forse già sapevano che ci saremmo incontrati....Te lo ricordi quel giorno?

Ne parliamo spesso e non riusciamo a trattenere un sorriso quando rievochiamo le gioie e le ansie di una scelta improvvisa, ragionata e consapevole anche se non per questo meno travagliata, ma ne è valsa la pena, continuiamo a ripeterci convinti.
Lo sai, a volte compiere scelte definitive è molto difficile, ma quel giorno no: è bastato un attimo, uno sguardo. Ti abbiamo sentito accoglierci ed a tutti i costi hai voluto farti conoscere, malgrado tutto. Si, malgrado tutto, perchè all' epoca - ricordiamo bene - la vena di rassegnazione e tristezza nei tuoi occhi vuoti per essere stata lasciata sola per così tanto tempo ci strinse il cuore; tu che eri sempre stata piena di vita, ora ti ritrovavi abbandonata e dimenticata e mentre osservavi i tuoi angoli preferiti bui e sporchi, il tuo giardino inselvatichito e melanconico !

E’ bastato un attimo …e ti abbiamo adottata, curata con infinita devozione e sincero amore ed una volta guarita, ti abbiamo ammirato con le lacrime agli occhi dalla felicità.

Sono passati più di tre anni da allora nostra dolce casa, ed oggi sei rinata! Hai carattere, hai personalità, ci ripaghi generosamente in tutta la tua bellezza. Oggi la tua anima risplende di vita e di colori , infondi serenità e gentilezza. Il tuo è il sapore di una volta, quello delle cose fatte da mani amorevoli. Il tuo profumo riempie gli angoli più segreti e ci inebria ogni mattina al nostro risveglio, il suono dolce della tua voce ci culla nelle buie notti. Grazie!

Nostra dolce casa, da subito hai fatto parte di noi ed ora tu sei parte della famiglia e sarai testimone silenziosa delle nostre vite. Sarai l' emblema commovente del nostro amore, sarai la fotografia di famiglia che racchiude ricordi... e storie da raccontare a chi domani vorrà ascoltare, perché sei la nostra casa e ci sopravviverai !

Fulvia e Bruno